UNA MILF COME SCOPAMICA (PARTE 2)

Ormai con Roberta va tutto a meraviglia da meno di 2 settimane lei si è trasferita da me e siamo diventati una coppia già, Roberta la milfona dei miei sogni ora è la mia compagna nella vita. Per le vacanze pasquali Roberta ha proposto una mini vacanza a Riccione così per prendere un po’ di sole e rilassarci. Così fatto i bagagli partimmo lei indossava un vestito bianco senza reggiseno (infatti gli si intravedevano i capezzoli scuri) e un perizoma nero io classica camicia jeans .
Arrivati e scaricati i bagagli Roberta mi fece sedere sul letto e mi ha detto:
Senti devo dirti una cosa, io ho una figlia e vorrei fartela conoscere, non t’ho mai detto nulla di lei perché non sapevo come l’avrebbe presa
Io rimasi un po spiazzato ma poi la capii. Poi l.’idea di creare una famiglia mi incuriosiva dato che non ho mai conosciuto i miei genitori e sono cresciuto con mia nonna ormai scomparsa da vari anni. Così Roberta si slacciò il vestito mi tolse i pantaloni e mi disse ora devo farmi perdonare inizio a farmi un pompino e poi si tolse si mise a pecora e mi disse stavolta cambio di buco però metti il lubrificante così misi del lubrificante sull’ano e con il dito iniziai pian piano a lubrificalo per bene poi presi il mio cazzo e piano piano lo misi dentro. Mi prese le mani e me le mise su i suoi enormi seni e iniziò a strizzarli. Iniziai a fare avanti indietro sempre più forte, mammano aumentavo il ritmo lei urlava sempre più finché io le venni dentro talmente tanto che appena lo tolsi iniziò a uscire abbondantemente. Fatta la doccia ci preparammo andammo a cena e poi siamo andati in un bar sul lungomare dove avremmo incontrato Milena; milena aveva 25 anni infatti Roberta l’ha avuta quando aveva 20anni. Arrivati li vicino una ragazza alta circa 1.70 magra un seno prosperoso come la madre e un sedere bello tonico, era davvero carina occhi verdi labbra carnose numerosi tatuaggi e i capelli rossi. Milena si scagliò su Roberta abbracciandola con le lacrime agl’occhi e lo stesso Roberta infatti erano circa 2 anni che si vedevano solo via Skype. L’abbraccio fece uscire una tetta a Roberta che aggiusto subito la scollatura.
Mi presentai e Milena era tutta felice e confermo a mia madre di aver fatto un’affare a trovare un ragazzo come me. Roberta andò a far pipì e Milena iniziò a parlare del più e del meno e poi fece una battuta dicendo ma riesce ancora a starti dietro alla sua età e io la spiazzai dicendo a volte non riesco a strale dietro io immagina tu è tutto si concluse in una rumorosa risata.
Ritornó Roberta e tornammo in hotel. Appena entrati però la ragazza della reception ci avvisó che c’era un. Problema con la camera di Milena così io proposi che come soluzione temporanea poteva dormire con noi Roberta mi guardo mi bació e mi disse grazie davvero sei fantastico e anche Milena si avvicino mi abbraccio e mi diede un bacio ringraziandomi. Saliti in camera Milena lanció l’idea di andare a fare il bagno nella piscina dell’hotel, sia io che Roberta eravamo molto d’accorto così iniziammo a preparare i costumi però Milena notó di aver lasciato in auto una valigia e già che scendeva sarebbe andata a prelevare così scappò di corsa a prendere tutto. Io mi spogliai rimanendo nudo per mettermi il costume quando Roberta uscii anche lei nuda dal bagno e mi disse dato che stanotte non possiamo recuperiamo ora così iniziò a farmi un bocchino, iniziò a leccarmi le palle risucchiandole più volte, risalì l’asta arrivando alla cappella e iniziò un lento movimento mentre io con le braccia accompagnavo i suoi movimenti, poi mi sdraiai sul pavimento Roberta si Leccó due dita e prima della penetrazione si inumidii le parti intime. Si mise sopra di me,si inginocchio e piano piano scese sempre più fino a prenderlo tutto, aveva un’espressione di solievo accennava un sorriso e si mordeva il labbro tenendosi i seni e iniziò a muoversi sempre più forte, ormai erano passati 10 minuti e dato che dovevamo sbrigarci prima del ritorno di Milena. Roberta iniziò a fare sempre più forte finché non mi alzai la faci inginocchiare e la ricoprii interamente di sperma bocca viso occhi senó tutto ricoperto di sperma; non contenta iniziò a farmi ancora un pompino e propio in quel momento rientro Milena che disse apperó non avete perso tempo vero. inutile dire che rimanemmo pietrificati ma lei ci rassicuro che non le creava nessun turbamento anzi era felice che sua madre aveva una vita sessuale attiva e che aveva trovato un ragazzo serio e anche dotato così fatta la doccia veloce uscii e trovai Roberta che parlocchiava con Milena e mentre Roberta entrò in bagno mi fece l’occhiolino ormai io ero pronto costume infradito, Milena invece era ancora vestita come prima e mi disse ti da fastidio se mi spoglio davanti a te e io gli risposi a me no assolutamente e mi girai lei subito replico ma ti giri a fare ormai siamo in famiglia così mi rigirai e mi trovai Milena solo con un perizoma rosso aveva la carnagione chiarissima due seni enormi sodi e dei capezzoli piccoli e chiari notai il tatuaggio che aveva nella zona bikini giustamente depilata “my dad kill you” poi il suo nome tatuato sotto il seno destro poi varie scritte sulle braccia. Lei mi disse ti piacciono le mie tette o stai guardando i tatuaggi io sorrisi e le dissi le tette ovviamente e ridemmo insieme lei mi guardo e mi disse sei simpatico davvero e comunque non ho solo questi di tatuaggi si giro e notai ancora 2 fiocchi rosa sui polpacci un bacio sulla natica e vari tatuaggi su le 2 spalle così gli dissi cazzo quanti ne hai? Lei sorrise e mi disse manca la ciliegina sulla torta si caló le mutande e appena sopra il clitoride c’era una stellina con scritto paradise. Rimasi meravigliato lei mi disse allora non ti faccio effetto come mia madre io dissi di no ma lei si accorse dell’erezione che avevo incorso così mi disse se vuoi fare sesso a tre io sono disponibile. Io dissi ma piantala come di nono assolutamente no.
Milena iniziò a parlarmi del rapporto con Roberta non era un rapporto mamma figlia ma più come 2 amiche parlavano di sesso ragazzi e rimasi di sasso quando mi disse che una volta l’aveva beccata a masturbarsi e anziché farle la romanzina le ha spiegato il modo migliore. Arrivata Roberta ovviamente nuda si misero entrambe il costume scendemmo e ci tuffammo in piscina.
Roberta sembrava pensierosa strana così mi avvicinai e gli chiesi il perché di quel turbamento e mi rispose che aveva paura di cosa pensavo di lei come madre dopo che avevo saputo la storia della masturbazione. Convinta che non pensavo assolutamente male anzi non ha sbagliato riprese il sorriso e mi fa ma il sesso in piscina ci manca o sbaglio ?
Il racconto non finisce qui tranquilli.. La storia continua nel capitolo 2



Se desiderate diventare protagonisti in un articolo del nostro sito, inviate le vostre foto porno amatoriali a questo indirizzo email : camilla.adult@gmail.com. Non dimenticate di inserire anche due righe per l'introduzione.

Lascia una recensione

Lasciaci il tuo parere!

Notificami
avatar
wpDiscuz