Gioia e “Quello strano sapore” che… (VIDEO 18+)

Era il tardo pomeriggio di un sabato o forse di una domenica.
Avevamo fissato un appuntamento vicino ad un centro commerciale, sono salito sulla sua auto e ci siamo subito abbracciati.
Avevo tanta voglia di lei, per tutto il giorno avevo aspettato quel momento, volevo baciarla, volevo sentire il sapore delle sue labbra.
Così mentre le mie mani stringevano il suo corpo ho cercato subito le sue labbra.
Erano morbide e calde.
Le mie mani si insinuavano sotto la maglietta, il suo seno era turgido.
Le nostre labbra erano unite e la mia lingua iniziava ad esplorare la sua bocca.
Ho riconosciuto subito il sapore della sua saliva.
Mi piace tantissimo ma quella volta c’era qualcosa di diverso nel suo sapore.
Dopo i primi momenti ho capito subito che cosa era quel sapore strano che si aggiungeva a quello suo naturale di sempre: era sperma.
Sì lei aveva tracce di sperma nella sua bocca e e sulle sue labbra.
Non era sperma mio, era di qualcun altro.
Le ho chiesto dove era stata nel pomeriggio e lei mi ha correttamente detto che era stato da Andrea.

— BREAK — UN PO’ DI FOTO SEXY —-

— BREAK — UN PO’ DI FOTO SEXY —-
Andrea è un suo ex, un uomo che lei ha conosciuto prima di me e con il quale è stata insieme per un po’ di tempo anche mentre già frequentava me.
Le ho chiesto che cosa avevano fatto e lei mi ha detto che avevano parlato.
So che spesso quando si incontrano da amici, se è caldo, si spogliano, stanno vicini sdraiati e nudi a parlare,
“Vi siete baciati?” le domando curioso.
“Sì, lo sai che quando ci vediamo a volte ci abbracciamo e ci diamo un bacio”.
Questo era qualcosa più di un bacio.
Non ero geloso, anzi ero eccitato.
La baciavo con passione gustandomi quel sapore misto di saliva e di sperma.
Era chiaro che lei gli aveva fatto un pompino.
So anche che a lei piace moltissimo fare pompini e che se trova un uomo che le piace non ha difficoltà a farlo, quindi figuriamoci se rifiuta un pompino a un amico ex amante.
Ho infilato la mia mano sotto le sue mutandine.
Era bagnata, morbida, aperta e bagnata.
Chissà se era bagnata anche di sperma.
Non ho fatto domande, siamo andati in un luogo appartato e lì l’ho spogliata completamente.
Avevo voglia di lei.
Il sapore dello sperma dell’altro, l’idea che lei gli aveva fatto sicuramente un pompino e che forse lui l’aveva scopata mi aveva eccitato tantissimo così senza aspettare nemmeno un minuto sono entrato dentro di lei.
Era stupenda, pronta ad accogliere il mio cazzo.
Era il primo? o forse quel giorno ne aveva già accolto un altro?
La curiosità era forte così ho tolto il mio cazzo e ho cominciato a leccarla.
Era completamente bagnata.
Non sapevo se era bagnata solo di se o anche di lui.
Ho infilato di nuovo il mio cazzo dentro e l’ho scopata forte come piace a lei.
Ero eccitatissimo.
Stavo scopando la mia donna dopo che un altro l’aveva già scopata.
Lei godeva con una grande intensità.
Quella doppia penetrazione a distanza di un’ora o due le piaceva molto e si capiva dal modo in cui si muoveva e gemeva mentre io la penetravo e le procuravo un orgasmo dietro l’altro.
Finalmente anche io ho avuto il mio orgasmo e sono venuto dentro di lei.
A distanza di giorni ne abbiamo parlato e lei mi ha confessato che quel giorno prima di incontrare me era stata con Andrea e che avevano scopato..